Paesaggi sociali / Un Giardino-quartiere accessibile e inclusivo

Il Quartiere “Giardino” è anche un Giardino-Quartiere, che deve essere accessibile e per tutti e per tutte.

Il progetto intende, attraverso la creazione di una rete di soggetti e di gruppi formali e informali, promuovere attività di incontro, ricreative e culturali che abbiano come fulcro la Piazza XXV Maggio.
Queste attività avranno come obiettivo di
‘vivere il territorio, il quartiere circostante riappropriandosi di tutti gli spazi disponibili con un focus sull’accessibilità e l’inclusività delle iniziative che verranno organizzate e degli spazi’.

Nello specifico si svolgerà nel quartiere Giardino, in particolare nel Parco Giordano Bruno (tra via Poledrelli e via Cassoli) che è appena stato riqualificato e nel Parco dell’Acquedotto di Ferrara, nelle aree verdi delle Scuole del quartiere ma anche all’interno delle scuole.

OBIETTIVI

Il progetto ‘Il giardino-quartiere accessibile per tutte e per tutti’ intende dar vita ad un laboratorio aperto a tutte/i per far emergere i BISOGNI, le ASPETTATIVE e le NECESSITÀ delle persone che vivono gli SPAZI VERDI pubblici con uno sguardo attento sulle ESIGENZE dei BAMBINI con DISABILITÀ MOTORIA, COGNITIVA e SENSORIALE. 

PROMOTORI

Il Progetto promosso dal Centro IDEA del Comune di Ferrara in collaborazione con l’Associazione “Le passeggiate di Agata” e finanziato da ARPAE nell’ambito del project-work regionale Paesaggi sociali.

Lo sviluppo del progetto vedrà la presenza di esperti di progettazione partecipata di zone verdi e di comunicazione. 

partner

LE AZIONI

  • Incontri preparatori informativo-esperienziali che avranno come target da un lato “adulti (insegnanti-genitori)/amministratori locali/commercianti” per sensibilizzare sull’accessibilità e la responsabilità della cura degli spazi e dall’altro i bambini da 6-13 anni; eventuale studio di percorsi accessibili per muoversi nel quartiere in sicurezza.
  • Coinvolgimento di una selezione di classi dell’Istituto Comprensivo in un concorso di idee su possibili migliorie del parco dell’Acquedotto, che prevedano anche un miglioramento sul piano dell’accessibilità e della fruibilità, anche individuando risorse “volontarie” (es. nonno giardiniere, ecc).
  • Nel parco dell’Acquedotto e creare momenti di incontro e gioco informativi e ed “esperienziali” e fare una passeggiata nel quartiere per mostrare la “non-accessibilità” anche di ciò che sembra accessibile.
  • Eventuale cartellonistica su come utilizzare i giochi e l’area fitness (in ottica accessibile).

QUANDO

ottobre 2023 / maggio 2024

chi finanzia il progetto

  • ARPAE, nell’ambito del project-work regionale Paesaggi sociali.

Gli appuntamenti

venerdì 15 dicembre 2023

Facciamo un invito (Quinta B scuola primaria "govoni")

Presentazione del progetto alla classe V B della primaria “Govoni” e incontro sulla preparazione delle email di invito e per la creazione di un volantino per un evento di presentazione

venerdì 15 dicembre 2023

Cosa posso fare per il parco? (PRIMA F scuola secondaria "Tasso")

La classe I F della Scuola secondaria di Primo Grado “Tasso” che partecipa al progetto esplorano e fanno proposte per rendere più fruibile il parco e prendersene cura.

martedì 19 dicembre 2023

Cosa posso fare per il parco? (TERZA a scuola primaria "govoni")

La classe III A della Scuola primaria “Govoni” che partecipa al progetto esplorano e fanno proposte per rendere più fruibile il parco e prendersene cura.

data da definirsi

formazione con gli insegnanti

3 Ore di formazione degli insegnanti della primaria “Govoni” e della secondaria di primo grado “Tasso” sul tema dell’accessibilità e degli spazi progettati in ottica inclusiva.

data da definirsi

presentazione progetto e momento comunitario

[programma e luogo in via di definizione]